Riscaldamento elettrico: comfort, risparmio e sicurezza

Riscaldamento elettrico: comfort, risparmio e sicurezza

Negli anni l’innovazione tecnologica ha consentito lo sviluppo di nuovi prodotti che, con la riduzione dei consumi, garantiscono un ottimo riscaldamento e quindi comfort elevato.

Siamo così passati dalle stufette elettriche energivore degli anni ‘80, che, a dispetto del loro proverbiale consumo, riuscivano a malapena a scaldare la zona immediatamente prospicente la stufetta, a pannelli evoluti dal design ricercato e con sofisticata elettronica a bordo.

Ciò nonostante in Italia, peggio che in altri Paesi, si è più disposti culturalmente a spendere grosse cifre per bollette del gas piuttosto che adottare sistemi che sfruttino l’energia elettrica andando poi a gravare quindi nella relativa voce di spesa.

Eppure, se ci riflettiamo bene, la transizione dal gas all’energia elettrica, conviene per diverse ragioni e per diverse applicazioni.

Dal punto di vista dell’ambiente urbano, perchè non inquinante come lo sono invece i fumi delle caldaie; per sicurezza, (e non solo per il riscaldamento ma anche per i fornelli che ormai in altri paesi vengono sostituiti con le piastre ad induzione) perchè a differenza del gas GPL o METANO, si eviterebbe di avere in casa una materia altamente deflagrante e, contro ogni logica, lecita (purtroppo sono diversi gli episodi negativi che ogni anno, la cronaca registra in tal senso); per zero manutenzione, per installazione velocissima e quindi economica, per possibilità, con un impianto fotovoltaico, di autoprodurre parte dell’energia, per massima efficienza (si può convertire in calore oltre il 90% dell’elettricità consumata), per ridotti tempi di risposta e per la possibilità di programmare e dosare il riscaldamento con precisione nel tempo e nello spazio riducendo ulteriormente i consumi.

Proponiamo fondamentalmente 3 tipologie di riscaldamento elettrico, tutte made in Italy: convettori d’aria naturale (ideali per interni), senza alcuna movimentazione forzata di aria e quindi senza produzione di rumore e di correnti d’aria che possano far circolare polveri, radiatori e quindi riscaldamento per irraggiamento a mezzo di infrarossi (sia per interno che per esterno), che riscaldano i corpi e non i volumi di aria; e gli ibridi dual therm (per interni) che, sfruttando in un unico prodotto entrambi i sistemi citati, aumentano comfort riducendo il tempo di riscaldamento e, quindi, ottimizzano i consumi.

Sebbene sia relativamente semplice calcolare il numero di pannelli necessari a riscaldare un ambiente anche grazie all’utile guida consultabile a questo “link” , suggeriamo di contattarci per una consulenza gratuita al fine di ottenere i migliori risultati con una scelta ottimale dei prodotti più idonei per le proprie necessità.